Colle

Le parti da assemblare, alcune fasciature di corda da rinforzare necessitano di colla, la più semplice e comune è la colla vinilica, ottima per tenuta e velocità, meno prestante in caso di modifica del pezzo e meno attinente al periodo storico dei cervi volanti.
Per questi motivi si preferisce utilizzare la Colla d'ossa.

La Colla d'ossa in perle a caldo per legno, si presenta in perline bruno giallastre, opache o appena traslucide.
Conosciuta anche come colla forte, colla garavella, colla animale, colla da falegname, colla a caldo o colla Cervione, è tradizionalmente la colla per legno utilizzata dai falegnami e le sue origini si perdono nei secoli, quando gli antichi artigiani iniziarono l'uso di adesivi nella unione di giunti e lastronature in aggiunta al semplice uso di chiodi o incastri.
La colla d'ossa a caldo fu praticamente l'unica usata fino agli anni 30 quando entrarono in uso le colle sintetiche o viniliche.
Essa consiste in una gelatina ottenuta facendo bollire i cascami di animali e una volta asciutta, viene commercializzata in perle color ambra, ma è disponibile anche nella versione colla d'ossa in lastre, colla d'ossa pronta e colla animale liquida pronta all'usa.

IMG_0415.jpg
IMG_0414.jpg

Per la preparazione della colla d'ossa a caldo occorre munirsi di un pentolino per bagnomaria in rame oppure di un pentolino per bagnomaria in alluminio.
Si versa nel pentolino la quantità di colla d'ossa in perle necessaria e la si ricopre di acqua fredda o tiepida lasciandola riposare per un paio di ore. Al termine le perle avranno assorbito tutta l'acqua, le vedremo pertanto rigonfie e ammorbidite.
A questo punto si passa alla fase di cottura o riscaldamento mettendo il pentolino del bagnomaria su un fornello elettrico. L'acqua deve essere mantenuta calda, ma non bollire. La temperatura ideale è solitamente intorno ai 50-60°C. Per controllare con esattezza la temperatura dell'acqua e della colla, ci si può avvalere di un termometro con sonda oppure di un moderno termometro a infrarossi.

IMG_0416.jpg
IMG_8092.jpg
IMG_8091.jpg

La fase di cottura dura circa 20-30 minuti durante i quali è bene mescolare il prodotto con un bastoncino. Con il calore la colla si scioglie completamente diventando della densità del miele. La densità della colla è molto importante: non deve essere né troppo liquida (sgocciolante dal pennello) né troppo densa (cadente a grumi dal pennello). Deve scorrere dal pennello in modo uniforme.
Come si è detto il riscaldamento della colla va fatto con un recipiente a bagnomaria, e per evitare un eccessivo riscaldamento, è meglio interporre tra il recipiente interno e il fondo di quello esterno un pezzetto di legno, e mantenere il livello della colla sempre superiore a quello dell'acqua.

G0098040.jpg
G0098038.jpg